L’Erba di San Giovanni nel territorio Gambassino

 

 

L’iperico, è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Clusiaceae e al genere Hypericum. Fa parte della medicina tradizionale per via delle sue proprietà fitoterapeutiche, in particolare quelle antidepressive e antivirali. Notrevole presenza di questo fiore nel territorio di Gambasi Terme e Volterra, sin dall’antichità.

L’Iperico è una erba nota fin dall’antichità; in particolare gli veniva attribuoita la capacità di tenere lontano gli spiriti malefici, da qui il nome medioevale fuga demonum (caccia diavoli). È detta anche Erba di San Giovanni, poiché secondo alcune tradizioni europee, i fiori venivano raccolti il 24 Giugno, giorno di San Giovanni e usati per le profezie matrimoniali delle fanciulle. I fiori venivano infatti benedetti il 15 d’Agosto e appesi in casa.
Quando i fiori divenivano secchi venivano sbriciolati e mescolati insieme al foraggio per proteggere anche gli animali da spiriti malvagi, malattie ed epidemie.

Mazzi di Iperico venivano utilizzati per celebrare le feste pagane del solstizio estivo.
Sulle foglie in controluce, è possibile osservare numerosissimi forellini, dovuti alla presenza delle ghiandole, paragonabili, secondo la teoria della Signatura, a tante ferite: la pianta era pertanto considerata in grado di curare le ferite, in particolare quelle riportate in battaglia.